Corte penale internazionale: indagare Israele per crimini di guerra

Corte penale internazionale: indagare Israele per crimini di guerra

La Corte penale internazionale dell’Aia ha approvato ieri la richiesta del procuratore Fatou Bensouda di aprire una indagine formale contro Israele – e contro il movimento islamico Hamas – per crimini di guerra. I palestinesi hanno accolto con grande soddisfazione il riconoscimento, contro il parere di Israele, della giurisdizione della Corte nei loro territori sotto occupazione militare. Bensouda nel 2019 ha scritto che «c’è motivo per credere che crimini di guerra siano stati commessi nel contesto delle ostilità del 2014 a Gaza», riferendosi all’offensiva Margine di Protezione, che le forze israeliane abbiano lanciato «intenzionalmente attacchi sproporzionati» e che le autorità israeliane abbiano commesso crimini «trasferendo civili (i coloni, ndr) in Cisgiordania».

* Fonte: Michele Giorgio, il manifesto

 

ph by International Criminal Court



Related Articles

Rom, punire i colpevoli

Il professor Paolo Bonetti: “A Torino peggio dei pogrom e dei raid contro gli armeni. Basta coi proclami, ci vuole una legge”

L’assalto all’insediamento Rom della Continassa a Torino ripropone con inaudita ferocia la questione del rapporto tra le comunità  nomadi e il razzismo della nostra società .

I roghi delle chiese in America Torna lo spettro del Ku Klux Klan

Sette templi bruciati in poche settimane, alcuni afro-americani. Ipotesi e paure

Pistole elettriche Taser agli agenti E domani il debutto delle actioncam

Polizia. Primo sì dalle commissioni Giustizia e Affari costituzionali della Camera

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment