Fca licenzia 500 interinali a Cassino

Fca licenzia 500 interinali a Cassino

La loro assunzione era stata annunciata in pompa magna il 24 novembre 2016 quando Matteo Renzi visitò lo stabilimento: «Fino a 2mila assunzioni nei prossimi due anni», avevano promesso all’unisono l’attuale leader Pd e Sergio Marchionne. Ieri ben 530 degli 830 lavoratori interinali sono stati mandati a casa, non rinnovati. Per altri 300 invece dell’assunzione, arriva il rinnovo fino a gennaio. “E’ sempre piu’ preoccupante la situazione produttiva e occupazionale: dopo la mancata conferma dei 330 lavoratori in trasferta da Pomigliano, l’utilizzo di 4 permessi dei lavoratori per coprire il calo produttivo», dichiarano Michele De Palma e Donato Gatti della Fiom. Critica anche la Fim Cisl: «Segnali preoccupanti anche per Pomigliano».

FONTE: Massimo Franchi, IL MANIFESTO



Related Articles

La Cgil concilia al call center E la Costituzione?

PARASUBORDINATI
Torniamo volentieri sull’ultimo accordo sui call center – quello sui lavoratori a progetto, siglato con Asstel il primo agosto scorso – dopo che ci ha scritto Massimo Cestaro, segretario generale Slc Cgil.

Bonanni: ok agli utili per i lavoratori Landini: le parole dell’ad offensive

Il leader della Fiom: ma se Marchionne vuole ispirarsi al modello tedesco io sono pronto

Francesca Re David: «Maggiori tutele e formazione. E la politica ridia valore al lavoro»

La segretaria Fiom . Le morti di Milano e di Brescia. Gli infortuni aumentano con il crescere della precarietà e degli appalti

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment