Notte dei senza dimora, si mobilita l’Italia dal Nord al Sud

MILANO – Basta un sacco a pelo per dormire sull’asfalto. Lo fanno quasi in 50 mila in Italia. Nonostante i numeri, l’esercito dei senza dimora è invisibile. Per questo, la onlus Insieme nelle Terre di mezzo dal 2000 organizza la Notte dei senza dimora, un’esperienza per provare sulla pelle cosa significa dormire all’addiaccio. La prima è stata Milano, sull’esempio dell’Euro sleep-out, un evento di sensibilizzazione destinato prima di tutto agli addetti ai lavori. L’esperienza meneghina ha trasformato un evento di nicchia in una mobilitazione cittadina, che oggi coinvolge altre otto città . Si dormirà  in piazza il 17 ottobre a Roma, Catania, Vicenza, Padova, Bologna e Cremona, il 20 toccherà  a Milano e Trento. Il 13 ottobre l’evento è già  passato per Rimini e Treviso. Lo spirito è quello di una grande festa, tra un concerto, spettacoli di artisti di strada e cibo offerto dalle associazioni.

In piazza Santo Stefano, a pochi passi dal Duomo di Milano, gli eventi cominceranno alle 17. Si parte con un laboratorio di “maglia e dita”, curato da Horujo KintAndCrochet. Fino alle 19, poi, chi ha bisogno potrà  chiedere aiuto allo “Sportello dei diritti”, tenuto dalla onlus Avvocati per niente. Alla festa per i clochard organizzata da Terre di mezzo, parteciperanno Lella Costa, Moni Ovadia, i Pali e Dispari, Tamara Donà , Walter Leonardi e Luca Solesin. La cena sarà  offerta invece dalla Cooperativa Iris Bio e preparata dalla Croce Rossa. Tra le 20 e le 24 ci saranno anche i concerti e le poesie di band e poeti di strada, oltre che un momento informativo con la diffusione degli ultimi dati del rapporto Fiopsd sulla presenza dei senza dimora in Italia, presentato dal presidente dell’associazione Paolo Pezzana.

Durante l’evento, ci sarà  anche una raccolta fondi curata da Retedeldono.it, un portale che sostiene le donazioni verso progetti di utilità  sociale. La cordata di associazioni che promuove l’evento, oltre che da Insieme nelle Terre di Mezzo, è composta da Cena dell’amicizia, Ronda della Carità , Croce Rossa Italiana – Comitato Provinciale di Milano, Fondazione Progetto Arca Onlus, Opera Cardinal Ferrari, Fondazione Fratelli di San Francesco, SOS Stazione Centrale, Clochard alla Riscossa, CAST, Papa Giovanni XXIII, Effatà , Avvocato di Strada Onlus, Acli Milano, Linea Gialla, Casa di Gastone, MIA MilanoinAzione. (Lorenzo Bagnoli)

 

© Copyright Redattore Sociale


Related Articles

Val Seriana. Zona rossa, ora l’assessore ammette: «Potevamo farla»

Alzano e Nembro. Le pressioni di Confindustria ribadite ieri da Marco Bonometti: giusto non averla fatta. La Fiom: terrificante

“Io tra gli orrori dell´Umberto I” choc nella clinica universitaria

Roma, cronista dell´Espresso si finge uomo delle pulizie tra cicche e agenti nocivi incustoditi (La Repubblica, VENERDÌ, 05 GENNAIO 2007,

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment