Coldiretti: cala spesa alimentare, ecco nuovi acquisti

A crollare per la prima volta nel corso dell’anno “sono anche le vendite nei discount alimentari (-3%) oltre a quelle nella grande distribuzione mentre drammatica e’ la situazione nei piccoli negozi (-8,7%)-sottolinea la Coldiretti- il 59% degli italiani va alla ricerca delle offerte ‘3×2’ in misura maggiore rispetto al passato per effetto della crisi che di fatto hanno ridotto lo spreco di cibo nel 57%”. A crescere, invece, sono solo i modelli di spesa alternativa, parallelamente agli acquisti a domicilio, “aumenta anche chi preferisce fare la spesa direttamente dai produttori nelle aziende agricole o nei mercati di ‘Campagna amica’ dove hanno fatto la spesa oltre 9 milioni di italiani in un anno- spiega la Coldiretti- una tendenza positiva come quella registrata dalla vendita del cibo a domicilio che ha chiuso il 2011 con un aumento del giro d’affari del 3,4% rispetto al 2010, assestandosi oltre 223 milioni di euro”. Sono inoltre diventati “oltre 800 i gruppi di acquisto solidale (Gas) strutturati presenti lungo tutto il territorio nazionale” conclude la Coldiretti. (DIRE)

 

© Copyright Redattore Sociale


Related Articles

La clausola rischio-Italia di Daimler

 Il prestito tedesco e l’ipotesi-lira: rimborseremo nella valuta in corso nel 2015

Troppo basso il salario minimo è sciopero nei fast food Usa

Stop in cinquanta città americane: i lavoratori chiedono 15 dollari all’ora e un sindacato autonomo

Ungheria declassata. L’Irlanda nazionalizza un’altra banca

La crisi seguita a mordere: il governo irlandese è intervenuto per salvare l’Allied Irish Bank (AiB) con altri 3,7 miliardi di euro.La banca di fatto è nazionalizzata: lo stato ne controlla il 92% delle azioni. Il ministro delle finanze ha detto che «questa misura era necessaria perché l’Aib è una parte essenziale del sistema bancario».

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment