Commissione: ok al «credito d’imposta» per chi assume un detenuto

Tutti i gruppi, tranne la Lega Nord, hanno votato a favore. Il testo – relatore Alessia Mosca del Pd – sarà  in aula alla Camera lunedì prossimo per la discussione generale. «Il lavoro – dice – è il migliore investimento in sicurezza sociale e i dati parlano chiaro: per i detenuti che hanno partecipato a progetti lavorativi nel corso della reclusione e nel primo anno successivo al rilascio la recidiva si abbatte drasticamente. Attualmente però i detenuti che lavorano non sono molti; ecco perchè con questa proposta di legge cerchiamo di ampliarne la platea, puntiamo a più che raddoppiarla». «Questa proposta vuole essere un contributo affinchè l’esperienza carceraria sia un’opportunità  di recupero. Una proposta che si aggiunge al decreto Severino ‘salva carceri’ e per rispondere al dettato costituzionale: in carcere si deve dare ai detenuti un’occasione per tornare nella società , favorendo il loro reinserimento sociale».


Related Articles

Donne in cerca di giustizia, in marcia a Roma per l’amnistia

In prima fila, al fianco dei leader radicali Marco Pannella, Emma Bonino, Rita Bernardini e Irene Testa, animatori principali della «Seconda marcia per l’amnistia, la giustizia e la libertà » che ha sfilato ieri dal carcere di Regina Coeli e per i vicoli del centro storico di Roma, ci sono molti volti di donne.

Milano, tenta il suicidio dopo la condanna il giudice che disse: dovevo fare il mafioso

Giusti era stato arrestato per collusioni con le ‘ndrine. Giovedì gli hanno dato quattro anni: è in prognosi riservata

Regione Lombardia. Fontana nei guai, il Tar boccia l’accordo con Diasorin

Annullato il contratto tra il Policlinico San Matteo e l’azienda sui test sierologici. Una storia di conflitti d’interesse e possibile danno alle finanze pubbliche. Gli atti sono stati inviati alla Corte dei Conti per l’eventuale danno erariale

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment