Il vescovo: riconoscere le unioni gay

È l’auspicio espresso dal vescovo di Ragusa, Paolo Urso, in una lunga intervista al Quotidiano.net. Ha detto: «Quando due persone decidono, anche se sono dello stesso sesso, di vivere insieme è importante che lo Stato riconosca questo stato di fatto. Che va chiamato con un nome diverso dal matrimonio, altrimenti non ci intendiamo». E ha aggiunto: «Uno Stato laico come il nostro non può ignorare il fenomeno delle convivenze, deve muoversi e definire diritti e doveri per i partner. Poi la valutazione morale spetterà  ad altri».


Related Articles

Lampedusa, nuovi sbarchi. “Oltre 2.700 i minori approdati dall’inizio dell’anno”

Sono oltre 2.737 i minori approdati sull’isola dall’inizio dell’anno. Di questi, 2.599 sono arrivati in Italia senza familiari. Molti di loro (600) non hanno ancora raggiunto una destinazione definitiva e sono accolti in strutture di accoglienza tempora

Opg, addio. Parola della Consulta

è stata pub­bli­cata la sen­tenza della Corte Costi­tu­zio­nale che ha respinto per totale infon­da­tezza il ricorso pro­mosso con­tro la legge 81 del 2014 sulla chiu­sura degli OPG

L’orrore negli occhi del sopravvissuto “Donne e bimbi chiusi nella stiva eravamo 950, il mare ci ha inghiottiti”

Barcone carico di migranti si ribalta davanti alle coste libiche, si salvano solo in 28 “Gli scafisti hanno sbarrato i portelloni, chi era là sotto non ha avuto scampo”

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment