Gli hacker di Putin all’attacco della Rete

Peggio ancora è andata allo scrittore Boris Akunin, entrato decisamente in politica da un paio di settimane. Di lui si è occupato personalmente un pirata informatico leggendario tra gli appassionati russi di Internet. Un tale Sergej Maksimov che capitanerebbe una squadra di una dozzina di giovani allievi specializzati nel disturbare, interrompere, cancellare, ogni forma dissenso sulla rete. Noto agli iniziati col nome d’arte di Hell, Maksimov ha cancellato tutte le pagine di diario politico scritte dallo scrittore in questi giorni. E le ha esposte come trofei di guerra sul suo sito personale. L’indirizzo è http://torquemada.bloground.ru. Ma gli utenti più smaliziati sconsigliano di provare a connettersi attribuendo a Hell poteri quasi sovrannaturali.


Related Articles

Sudan, l’ultima Africa

Greggio e acqua: il primo è la risorsa principale del Sud, la seconda ne può essere la condanna

Migranti. I Nas salgono a bordo della Gregoretti, la procura indaga

Il procuratore di Siracusa vuole accertare le condizioni igieniche dei migranti. Interviene anche il Garante per i detenuti

Skour­lè­tis: «La vittoria di Syriza darà forza a tutta la sinistra»

L’ex ministro del lavoro e della riorganizzazione produttiva Panos Skourlètis: «Possiamo contrastare le pretese dei creditori. Investimenti, ma solo nel rispetto dei diritti dei lavoratori. In questa lotta i sindacati europei saranno al nostro fianco»

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment