COLOMBIA. Esplode miniera, almeno venti morti

L’incidente sembra dovuto all’accumulazione di gas grisou. Lo ha reso noto un portavoce dell’Istituto colombiano di geologia e miniere (Ingeominas). Nel 2007, in un’altra esplosione avvenuta nella Preciosa, che produce carbone per il consumo interno, morirono 31 minatori. Non si conosce il numero esatto dei minatori rimasti intrappolati, che oscilla tra i 13 e i 25. L’esplosione si è verificata alle 06:30 ora locale, in coincidenza con il cambio di turno del gruppo dei «mineros».
«Probabilmente tutti i minatori sono morti a causa della forte concentrazione di monossido di carbonio», ha precisato Gabriel Tamayo, amministratore della miniera, rilevando che con ogni probabilità  i ventilatori delle gallerie hanno smesso di funzionare proprio a causa dell’esplosione.
Le autorità  hanno però sottolineato che la miniera era sottoposta a «controlli rigorosi» da parte dell’Ingeominas, ma i media locali hanno subito ricordato l’incidente mortale di 4 anni fa e la lunga lista dei morti per incidenti analoghi. Solo nel 2010, sono morti più di 130 minatori. La situazione non è molto diversa in altri paesi dell’America Latina come in Cile, dove però lo scorso ottobre è avvenuto il miracoloso salvataggio, tramite la costruzione di un tunnel, dei 33 uomini rimasti rinchiusi per più di due mesi dentro una miniera di rame e oro.


Related Articles

Le miniere mangiano Palawan

È una battaglia ormai annosa, quella delle popolazioni indigene dell’isola di Palawan, provincia delle Filippine, contro la penetrazione di compagnie

Sciopero generale in Argentina contro austerity e Fondo monetario

Intervista. Parla la deputata e attivista Victoria Analía Donda Pérez: «L’opinione maggioritaria nel paese è di contrarietà alle scelte del governo che stanno generando sempre più povertà»

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment