Giovane gay aggredito a Roma insultato e picchiato da tre teppisti

ROMA – Lo hanno insultato perché gay e poi, rincorso fuori dal locale, gli hanno tagliato l’orecchio con un bicchiere rotto. L’aggressione omofoba è avvenuta nel cuore della movida romana, un pub di vicolo Moroni a Trastevere, il 28 dicembre. Ieri sera i tre giovani bulli sono stati identificati dagli agenti della squadra mobile capitolina: uno di loro, un pugile di 20 anni, responsabile del ferimento del coetaneo, è già  stato denunciato per lesioni. Gli altri due, anche loro ventenni e anche loro incensurati, verranno ascoltati oggi in questura. A loro gli investigatori diretti dal capo della Mobile Vittorio Rizzi sono arrivati grazie ad alcuni testimoni: i tre, che abitano in periferia, sono assidui frequentatori della zona. Un cameriere li ha riconosciuti e ha fornito le loro generalità  alla polizia.
«Sono contento che li abbiano presi», ha detto il giovane studente universitario romano, finito in ospedale con un taglio di cinque centimetri all’orecchio. «E’ stata un’esperienza molto dura per me – ha proseguito la vittima – “Su questo divanetto i gay non si possono sedere”. Così hanno iniziato a insultarmi».
Il ventenne era insieme ad alcune amiche quando i tre ragazzi lo hanno preso di mira perché omosessuale: si sono avvicinati al divanetto dove poco prima era seduto e gli hanno rivolto battute e insulti omofobi. «Gli ho detto che erano dei maleducati e me ne sono andato. Loro mi hanno seguito fuori e aggredito con un bicchiere rotto, continuando a gridarmi frasi orrende. Come ha detto il chirurgo che mi ha medicato, avrebbero potuto uccidermi. Se invece dell’orecchio mi avessero tagliato poco più sotto, alla carotide, a quest’ora sarei morto. Ho molta rabbia per quanto mi è accaduto, ma sono fiero di essere come sono».
«Siamo molto contenti per l’identificazione e ringraziamo le forze dell’ordine – ha commentato il presidente di Arcigay Roma Fabrizio Marrazzo – Quanto è accaduto al ragazzo è comunque una vicenda sconcertante, non si può subire un’aggressione così violenta perché si è omosessuali. Un ragazzo di 22 anni non può essere segnato per tutta la vita nel corpo e non solo, perché tre coetanei lo aggrediscono in questo modo al termine di una serata tra amici».
Condanna unanime dalla politica capitolina per l’aggressione. «Voglio esprimere tutta la mia solidarietà  al giovane aggredito l’altra notte e augurargli una pronta guarigione – ha dichiarato il sindaco Gianni Alemanno – Quanto accaduto è un gesto aberrante: si tratta di forme di violenza e intolleranza inaccettabili che la nostra città  non può non condannare con assoluta fermezza. A Roma non può esserci posto per simili manifestazioni di inciviltà ». Parole di solidarietà  e di condanna, e un plauso alla polizia, anche dal presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, che ha parlato di «gesti vergognosi» e dal presidente della Provincia, Nicola Zingaretti. «Dobbiamo isolare e punire i violenti che infangano il nome della nostra città . A sconcertare – ha concluso Zingaretti – è ancora una volta la giovane età  degli aggressori, che hanno preso di mira un proprio coetaneo. E’ il segnale che non possiamo più aspettare per portare avanti una grande battaglia culturale che coinvolga tutti i cittadini, in particolar modo i più giovani».


Related Articles

Portopalo. I fantasmi del Mediterraneo

Rai tra fiction e realtà. Al largo di Portopalo, il 26 dicembre ’96, avvenne una delle più grandi tragedie dell’immigrazione. Una fiction della Rai ora ripercorre il caso, ma perché cancellare il lavoro di questo giornale?

Il mistero di Omar dal papà filo-Taliban alla deriva jihadista Ma l’Fbi lo rilasciò

Il padre: “La religione non c’entra, era solo rimasto scioccato dopo aver visto due uomini baciarsi” L’ex moglie: “Era violento”. La polizia lo aveva interrogato

Ue, vertice d’emergenza sui migranti

Prime mosse, riunione il 14 settembre dei responsabili degli Interni e della Giustizia Il ministro britannico May: porte aperte solo ai cittadini comunitari che hanno già un lavoro

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment