Osservatori antidroga: arriva il manuale internazionale

Lisbona – L’agenzia europea delle droghe (Oedt) e la Inter-American Drug Abuse Control Commission (Cicad) dell’Organizzazione degli Stati americani (Oas), lanciano a Montevideo oggi un manuale comune sulla costruzione di un osservatorio nazionale sulla droga. Il manuale è stato distribuito oggi nel corso della quinta riunione ibero-americana degli osservatori nazionali, che si tiene questa settimana nella capitale uruguayana, fino al 22 ottobre.

L’Oedt collabora con Cicad nel quadro di un Memorandum of Understanding (MoU) firmato nel 2000. Sostenere l’istituzione di osservatori nazionali sulla droga e di reti di informazione è una componente significativa di questo partenariato. Dopo l’adozione della “Convenzione droga”’ delle Nazioni Unite, i paesi sono stati costretti a riferire regolarmente sulle rispettive situazioni nazionali antidroga, nonché sugli interventi per affrontarle. Organizzazioni internazionali e regionali stanno inoltre predisponendo piani d’azione su obiettivi specifici che si basano sempre più su dati affidabili, di fatto e di qualità . Osservatori sulla droga a livello nazionale hanno un ruolo chiave nella raccolta di dati di questo tipo e alimentano il dibattito politico sulla droga.

Negli ultimi due decenni, l’Oedt ha creato circa 30 osservatori a livello nazionale o “punti focali nazionali” in tutta Europa, che costituiscono la rete europea di informazioni sulle droghe e le tossicodipendenze (Reitox). Cicad-Oas ha assistito i suoi Stati membri a creare e rafforzare le strutture simili in tutta l’America Latina. Sulla base dell’esperienza dei due organismi nelle loro rispettive aree geografiche, il manuale di oggi fornisce una guida pratica pertinente per tutte le regioni del mondo e adattabile a una vasta gamma di impostazioni nazionali e istituzionali. Si è completata da una casella degli strumenti online per garantire lo scambio continuo di esperienze e buone prassi.

“Negli ultimi due decenni, gli osservatori nazionali antidroga sono stati istituiti su entrambi i lati dell’Atlantico, e questo manuale trascrive le lezioni apprese nel processo”, afferma il direttore dell’Oedt, Wolfgang Gà¶tz. “Da parte europea, il manuale ci fornisce uno strumento di formazione efficace per sostenere il futuro sviluppo di osservatori al di là  dei confini dell’Ue”. “La strategia antidroga Cicad-Oas, adottata quest’anno, annuncia una nuova fase della cooperazione regionale sul problema della droga”, aggiunge James Mack, segretario esecutivo della Cicad. “In passato, troppe decisioni di politica pubblica in materia di droga si basavano su ‘buone intenzioni’. Questa strategia dà  peso agli osservatori nazionali che attualmente offrono le prove scientifiche necessarie per sostenere la politica”. La riunione di questa settimana a Montevideo si svolge in collaborazione con il Piano nazionale spagnolo in materia di droga ed è finanziata dal ministero spagnolo degli Affari Esteri – attraverso la sua Agenzia di Cooperazione Internazionale (Aecid) – e il Dipartimento di Stato americano. Alla manifestazione, i rappresentanti degli osservatori droga ibero-americani lavoreranno in sessioni plenarie e seminari sui concetti e strumenti metodologici presentati nel manuale.

 

© Copyright Redattore Sociale


Related Articles

Il Paese campione dell’illegalità 

È forse una previsione troppo pessimistica immaginare che l’Italia sia destinata negli anni a venire ad uscire dal club delle grandi nazioni industriali dove aveva raggiunto nel secolo appena trascorso addirittura il quinto posto. Un solo primato ci vedrà  mantenere la testa di ogni classifica, anche se non si richiama agli exploit ambiti dai grandi Paesi industriali. Per contro è una vetta che ci contendiamo con Stati come la Bolivia, i Paesi petroliferi del Medio Oriente, quelli situati lungo le vie della droga, dall’Afghanistan al Messico. In questo eletto ambito all’Italia viene riconosciuto un ruolo incontestabile di campione mondiale dell’illegalità .

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment